Viaggiare in Slovenia, strade e autostrade

La capitale Ljubljana è facilmente raggiungibile da Gorizia percorrendo un tratto di Strada Statale (H4) e poi un tratto di autostrada (A1) in direzione Postumia (Postojna) e poi proseguendo per Lubiana (la distanza Gorizia-Ljubljana è di circa 110Km) oppure da Trieste percorrendo un tratto di strada statale (E61) in direzione Villa Opicina e poi un tratto di autostrada (A3 e A4) verso Postumia e poi in direzione Lubiana (la distanza Trieste-Ljubliana è di circa 95Km).

Le normali strade slovene non sono molto larghe, sono spesso percorse da mezzi pesanti e per lunghi tratti sono strade di montagna e quindi è richiesta una particolare prudenza nella guida.

Bollino autostradale Sloveno
Vignetta Slovenia

La rete autostradale slovena, in continua espansione, è a pagamento. I turisti che desiderano visitare la Slovenia, in auto o moto, dal 2008, per circolare sulle autostrade e sulle strade a scorrimento veloce slovene e sulla tangenziale di Lubiana, devono acquistare la vignetta o bollino autostradale, uno sticker/adesivo da apporre sul parabrezza a conferma dell’avvenuto pagamento del pedaggio.
Il costo della vignetta per le auto varia in base alla durata della validità, da un minimo di una settimana (15 euro) ad un massimo di un anno (95 euro).

Una volta apposto l’adesivo sul cristallo della vettura, non può essere trasferito su un’altra auto perchè è fatto in modo tale da rompersi, o comunque rovinarsi, quando si tenta di staccarlo.

In Slovenia, i bollini si possono acquistare presso i distributori di benzina, nelle sedi dell’Automobile Club sloveno e di quelli esteri, presso gli uffici postali ed in alcune edicole.
In Italia, invece, si possono comprare negli autogrill e nelle aree di servizio situati sulla rete autostradale del Friuli Venezia Giulia e presso i tabaccai e giornalai a Trieste e nell’area di confine.
Per ulteriori informazioni visitare l’elenco dei punti vendita.

I costi sono:
– durata annuale per veicoli di peso fino a 3.500 kg: Euro 95,00 (valido dal 1° dicembre fino al 31 gennaio dell’anno successivo, quindi per 14 mesi);
–  durata mensile per veicoli di peso fino a 3.500 kg: Euro 30,00 (valido dal momento dell’acquisto fino al giorno, del mese seguente, con lo stesso numero, o fino all’ultimo giorno del mese nel caso la data di scadenza non dovesse essere presente sul calendario);
– durata settimanale per veicoli di peso fino a 3.500 kg: Euro 15,00 (valido per sette giorni consecutivi, iniziando dal giorno definito dall’utente al momento dell’acquisto).

Per le motociclette le condizioni sono le stesse, ma il costo è la metà.

Per i mezzi pesanti è previsto il sistema di pedaggio automatico, senza contanti, con telepass elettronico (sistema ABC).

La multa prevista per chi viaggia sulle strade a pagamento senza il bollino autostradale (vignetta) valido o senza l’avvenuto pagamento del pedaggio, varia da 300 a 800 euro. In alcuni casi è previsto anche il sequestro dell’auto.

Per maggiori informazioni visitare il siti : www.dars.si (in sloveno e inglese).

I limiti di velocità in Slovenia sono:
– centri urbani: 50 km/h
– strade regionali: 90 km/h
– superstrade: 100 km/h
– autostrade: 130 km/h

Il limite di tasso alcoolico consentito nel sangue è di 0,05% per il conducente di una vettura privata mentre per un conducente professionista è 0%.

E’ vietato l’uso del telefono cellulare mentre si guida a meno che non ci sia un impianto viva-voce.

La circolazione è a destra ed il sorpasso a sinistra come in Italia.

I fari anabbaglianti devono essere accesi anche di giorno.

L’uso dei fari fendinebbia è permesso solo qualora la visibilità sia ridotta a meno del 50 %.

L’uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio su tutti i sedili che ne sono provvisti.

E’ obbligatorio l’uso del casco omologato per i conducenti e passeggeri in motocicletta.

Dal 15 novembre al 15 marzo e quando le condizioni climatiche lo richiedono, vige l’obbligo di avere le catene a bordo o di viaggiare con pneumatici da neve. I pneumatici chiodati sono vietati su tutte le strade.

Eventuali multe devono essere pagate in Euro agli agenti di polizia che rilasceranno una ricevuta dell’avvenuto pagamento.

Nei distributori si trova la benzina verde (95 o 98 ottani) ed il diesel. Anche il GPL è piuttosto diffuso.
Non esistono distributori automatici, ma è molto utilizato il self service (anche per il gas).
Lungo le superstrade e le autostrade le stazioni di rifornimento sono sempre aperte.

Alcuni numeri utili:
112 – Pronto soccorso e Vigili del Fuoco
113 – Polizia
1987 – Soccorso stradale (attivo 24h su 24).

In autostrada, per avere il soccorso dell’AMZS (Automobile Club Sloveno), si può chiamare con il cellulare la Centrale di Lubiana al numero +386 1 530 53 53 oppure, tramite i telefoni autostradali, richiedere espressamente l’assistenza AMZS.

E’possibile ricevere informazioni telefonando al Centro Informazioni AMZS al numero telefonico 00386 1 5305300 (attivo tutti i giorni dalle ore 05.30 alle ore 20.00) oppure visitando il sito web (in lingua inglese): www.amzs.info/uk.

Per i cittadini italiani, i documenti di viaggio validi per l’ingresso in Slovenia sono la carta d’identità valida per l’espatrio oppure il passaporto.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen, sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali e sono stati aboliti i valichi di frontiera tra Slovenia e Austria, Italia e Ungheria.
I minori possono passare il confine con un documento valido per l’espatrio.
Per maggiori informazioni si consiglia comunque di rivolgersi alla Questura o consultare il sito della Polizia di Stato.

Per quanto riguarda invece la guida, la patente italiana è riconosciuta e sono obbligatorie l’assicurazione e la carta verde.
Infine se si guida un’auto di cui non si è proprietari, è necessario viaggiare con una delega a condurre all’estero rilasciata dal proprietario, firmata da un notaio e corredata dal certificato di immatricolazione.

16 pensieri riguardo “Viaggiare in Slovenia, strade e autostrade

  • 14 Agosto 2011 in 09:08
    Permalink

    sono partita da innsbruck per poi uscire al tarvisio ,io come altri su a quel tratto di strada non abbiamo visto alcun cartello,ed il poliziotto che ci ha fermato alla frontiera ci ha trattato villanamente e con maleducazione ci ha fatto pagare un’ammenda di 120 euro.In questo modo disgustano le persone .volevo reclamare il tutto ad un ufficio competente ,sapete dirmi a chi?.io sono italiana,ma ho trovato persone che venivano dalla spagna e ne sono rimasti disgustati dal costo e dai modi

    Risposta
    • 15 Agosto 2011 in 06:09
      Permalink

      Da quello che scrive sembra di capire che la multa l’ha presa in Austria oppure ho capito male ?

      Risposta
  • 14 Agosto 2011 in 09:14
    Permalink

    dimenticavo di dirvi la motivazione del mio reclamo:non avevo il bollino VIGNETTE, ripeto non avendo visto cartello e poi non sapendo nemmeno dove acquistarlo

    Risposta
  • 15 Agosto 2011 in 01:55
    Permalink

    il controllo delle vignette slovene è solo tramite polizia o anche tramite telecamere?

    Risposta
    • 15 Agosto 2011 in 03:29
      Permalink

      Nelle autostrade della Slovenia che ho percorso io non ho mai visto il segnale delle telecamere però ci sono delle specie di caselli dove di solito non c’è nessuno ma dove a volte fanno il controllo.
      Mi è capitato anche un controllo a tradimento dove non c’era il casello ed avevano creato un blocco apposito.

      Risposta
  • 2 Novembre 2011 in 11:22
    Permalink

    Salve,il 28 ottobre2011 volevo percorrere strade statali per vedere paesi lungo il percorso dall’Italia in direzione Lubiana ,ma un incidente sull’A1 ha causato il blocco del traffico causando il dirottamento dei mezzi che la percorrevano nelle strade vicine .
    Dopo 2 ore di attesa e snervanti avanzamenti a singhiozzo dovuti a lunghissimi incolonnamenti,arrivato a Razdrto ho pensato nel tardo pomeriggio di immetermi nell’A1 sperando di incontrare personale o un distributore di Vignette,ma oltre a non esserci indicazioni sul da farsi non ho incrociato nulla per poter mettermi in regola con il pagamento del bollino fino ad arrivare a Lubiana.
    Qui finalmente sono riuscito a comprare la Vignetta e mettermi in regola…ma se avessi incrociato nel frattempo un controllo?
    Negli altri stati e’ prevista una comunicazione ben visibile prima di entrare nella rete autostradale oltre che esserci i relativi distributori,anche negli ingressi dei piccoli centri.
    Un semplice cartello con scritto VIGNETTE non e’ capibile da un turista che percorra per la prima volta la rete autostradale Slovena !
    Specialmente se non piu’ giovane, una persona che si rechi in Slovenia dovrebbe essere messo in condizione di non commettere infrazioni ,rischiando di incorrere in pesanti sanzioni nonostante possa avere la volonta’ di fare le cose in regola.
    La Slovenia e’ una bella nazione con bellissimi paesaggi ma dovrebbe informare meglio i turisti che la visitano la prima volta,in costante aumento .

    Risposta
  • 27 Gennaio 2012 in 03:25
    Permalink

    ad aprile maggio vorrei attraversare la slovenia in camper. sapete indicarmi posti o luopghi dove fermarmi o consigli utili da darmi? grazie

    Risposta
  • 1 Marzo 2012 in 06:09
    Permalink

    ciao sono luca vi dico solo che la slovenia e uno stato meraviglioso ma la polizia e veramente str….a quindi mettetevi in regola con la vignetta perche se vi fermano e siete sprovvisti , incrociate le dita !!!!! ciao

    Risposta
  • 20 Maggio 2012 in 04:07
    Permalink

    ciao a tutti ma il controllo delle vignette slovene viene effettuato tramite telecamere?
    e’ possibile ricevere una multa in italia senza essere stati fermati da nessun poliziotto?

    Risposta
  • 4 Luglio 2012 in 10:00
    Permalink

    ciao, volevo chiederVi se secondo voi nel tratto della strada statale E61, di Km 30, che dalla Slovenia arriva in Croazia è obbligatorio pagare il bollino…
    Su internet ci sono opinioni contrastanti…grazie mille!ciao

    Risposta
  • 8 Agosto 2013 in 12:05
    Permalink

    ogni anno mi reco in croazia diverse volte per lavoro.nel 2008 quando si sono inventati la “vignetta”per l’autostrada e tuttora la segnaletica informativa lascia a desiderare e confonde il visitatore.La prima volta che ci hanno fermati eravamo totalmente all’oscuro del nuovo pedaggio,su due veicoli della nostra azienda ci hanno elevato contravvenzione per ben 180 euro a veicolo.Gli Sloveni sanno bene di essere uno stato cuscinetto pertanto cercano di spolpare chi usufruisce delle loro strade ed infrastrutture,sono spesso ignoranti e fanno finta di non capire l’italiano,ma basta minacciare di recarsi immediatamente all’ambasciata Italiana per ridimensionare i toni.Personalmente uso l’autostrada Slovena solo quando ho fretta di recarmi a Zagabria,quando posso allungo di circa un ora,quindi uscendo da Trieste prendo la e61(bassovizza verso rijeka)tutta placida statale nei boschi,arrivato a Rijieka ce le indicazioni per Zagreb su autostrada che si paga solo all’uscita come da noi.I Croati sono molto piu aperti e disponibili,e per quel che mi riguarda la Slovenia può affondare.

    Risposta
  • 18 Novembre 2014 in 10:20
    Permalink

    Sarebbe utile attirare i turisti con proposte intelligenti invece di taglieggiarli. Capisco la rabbia di vedere che quasi tutto il traffico è diretto in Croazia e capisco l’atavica tendenza alla sopraffazione ma i tempi sono cambiati, siamo presto nel 2015 e quelle autostrade sono state pagate anche coni soldi di quegli europei che transitano sul vostro territorio e che devono pagare il balzello. La profusione poi di cartelli stradali fallaci che inducono a finire sui percorsi a pagamento (vedi Trieste – Koper) è più da banditi che da amministratori pubblici.

    Risposta
  • 17 Ottobre 2015 in 11:21
    Permalink

    BUON GIORNO, anche io vorrei dire la mia sulla vignetta slovena, settimana scorsa stavo tornando da koper per immettermi in territorio italiano sapevo dell’obbligo della VIGNETTA e sinceramente ho fatto di tutto per evitare la tangenziale, ma purtoppo visto che le segnalazioni sono INESISTENTI ( secondo me furbamente) per sbaglio ho imboccato la tangenziale e visto che non si può fare nient’altro che continuare,( assicuro che ho fatto pochissima strada) nelle vicinanze del distributore sono stata fermata e vi assicuro che l’arroganza della Polizia Slovena (sia il maschio e ancor peggio la donna) è la peggiore che ho avuto modo di incontare fino ad ora, sono d’accordo sul fatto che ho commesso un infrazione …ma c’è modo e modo….. la multa naturalmente non ho potuto evitarla ma ad una mia lamentela sull’assenza di segnalazione stradale mi è stato detto di tutto….. e di più…. PENSO NON METTERO’ MAI PIU’ PIEDE IN TERRITORIO SLOVENO…..

    Risposta
  • 27 Dicembre 2015 in 09:36
    Permalink

    Per cortesia volevo sapere se la Superstrada Isola-Belvedere è soggetta a Vignetta oppure no. Non mi è ben chiara la segnaletica. Grazie.

    Risposta
  • 22 Giugno 2017 in 06:09
    Permalink

    Sono un autista professionista, viaggio in auto e commerciali leggeri da molti anni. La Slovenia è da evitare, un piccolo stato canaglia (che poteva benissimo non esistere-è ridicolo frammentare al minimo quelle che erano entità sovrane). Chi non lo avesse capito i loro sistemi sono basati sulla rapina e non solo sulle starde. Attenzione anche con i guasti meccanici, hotels etc, in caso di contrasti avrete sempre la peggio. Infine occhio alle false lusinghe che spesso si trasformano in atteggiamenti aggressivi.

    Risposta
  • 17 Luglio 2017 in 06:16
    Permalink

    Frequento (od ormai sarebbe più corretto dire frequentavo, poiché non ci rimetteró più piede) abitualmente la Slovenia ed ho sempre avuto, ora dico, la fortuna di non imbattermi nella polizia. Fino a ieri mattina, quando, con l’intenzione di trascorrere una bella domenica nelle splendide montagne slovene, ho avuto un’esperienza a dir poco sconcertante e traumatica. Attraversando il confine (parliamo di zona fuori dal centro cittadino) ci fermano due poliziotti. Pensavamo ad un normale controllo, invece, telelaser alla mano, ci contestano un superamento del limite di velocità (limite 50, velocità nostra 67). 125 euro di multa e 3 punti sulla patente. Ora, viste le premesse (la nostra velocità non ci risultava essere stata quella, posizionamento sul confine al mattino presto della domenica, auto slovene che passavano e non venivano monitorate), avevo intenzione di fare ricorso. Ma, ignoranza mia perché non lo sapevo, è necessario pagare immediatamente la sanzione, pena il sequestro del mezzo (così ci hanno detto loro). Il problema è che hanno iniziato ad urlarmi contro avvicinandosi fisicamente a me ed intimandomi di risalire sull’auto, tirando ovviamente fuori il fatto che non ero a casa mia (questa non è l’Italia, risali in auto e stai zitta), quando né io né mio marito ci siamo lasciati andare a considerazioni su italiani o sloveni. Aggiungo che da parte mia non c’è stata altro che la richiesta che la multa (che per le nostre tasche è consistente) ci venisse recapitata a casa in modo da pagarla comunque in un secondo momento. Mi hanno minacciata di un’ulteriore multa di 250 EUR se non fossi risalita sull’auto. Bene, raccontata la mia esperienza vorrei chiedere: come fare un reclamo in merito al comportamento tenuto da queste persone? Visto che comunque il ricorso pare una strada non percorribile.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.